Mostre ed esposizioni 1954 - 2000

 

2010

Mostra antologica al Civico Museo Parisi-Valle Maccagno VA Titolo: “Epiche prospettive del mito”.

 

2009

Il Comune di Pizzighettone (CR) gli allestisce una mostra personale di pittura e scultura presso il centro culturale comunale con il titolo “Arcaiche figure”

 

2006

Esposizione a Fidenza Village: due opere di scultura fuse in bronzo, “Grandi Tra-Perari”.

 

2003 Invitato dal Pen Club Italia (istituzione internazionale per la difesa delle libere creatività letterarie) ad allestire la mostra personale "La pace e la guerra" a Compiano (Parma)

 

2002

 

Il Comune di Treviglio(Bergamo) gli dedica una mostra personale Sala Esposizioni P.za Garibaldi con titolo Treviglio 1944 e Poi
2001

 

Personale di scultura e pittura, Hotel Hilton Milano

MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA
MIM (MUSEUM IN MOTION)
Castello di San Pietro in Cerro (XV sec.) Piacenza

1997 Personale di scultura a Castellarquato organizzata dalla "Ars Agency" di Milano con il patrocinio dell' Assessorato della Cultura.

Con il patrocinio del Consolato Generale di Svizzera - Milano e nella stessa piazzetta del centro Svizzero, presenta opere di scultura con il titolo, in catalogo, "5 Sculture in Tema", fra le quali le opere di "Mater Bosnia" donata di recente alla città di Serajevo con testi di Carlo Franza e Alberto Veca.

 

1996 Invitato con altri artisti alla mostra di Scultura a tema "La mano dell'uomo" indetta dall'Istituto Italiano per la chirurgia della mano Savona-Genova.

Esegue un opera in terracotta con titolo "FAMULA DIVA". Le opere sono state esposte in collettivo nella Fortezza della PRÌAMA in Savona.

La municipalità della città di Serajevo (Bosnia Erzegovina) in base a motivati spessori storici e artistici, accetta la donazione dell'opera di scultura (bronzo) "Mater Bosnia" per il fermo desiderio del suo autore che, nel 1993, eseguì dedicandola alla gente di quel paese ed a quella città colpiti dalla "terribilitas" della guerra.

 

1995 Mostra personale di scultura e pittura a tema "Erice luogo della scultura" ad Erice (TP) con il patrocinio dell'assessorato del comune di Erice.

Personale alla Università Bocconi di Milano sul tema "Allegoria dell'Andare ". Testo storico di Carlo Franza.

 

1994

clicca per visionare la mostra

 

Pagina di approfondimento: Grande rassegna di scultura e pittura allo spazio Angelicum di Milano, intitolata "Una scultura e altro", con presentazione della monografia recante lo stesso titolo. La rassegna comprende il periodo che va dal 1982 al 1994.

1993 Invitato dalla banca U.B.S. di Lugano ad esporre nella sede stessa le opere de "Il Fiume di Gianni Brusamolino".


1992 È invitato con tre opere di scultura al "premio internazionale di scultura e ceramica" del Museo delle ceramiche e sculture di Faenza.

 

1991 Al Palazzo Ente Fiera di Verona, nel tema "Abitare il tempo" è presente con due sculture con titolo “Casa” e “Giardino”.

 

1986

È invitato alla mostra a tema "Soldi d’autore, e ad una rassegna a tema "Do not eat" a Villa Barzino, a Serravalle (Genova).

Rassegna personale con opere dal 1942 al 1950, con titolo "I miei 15 anni", alla Galleria Nuova Ergus, a Treviglio.

 

1985 Invitato all’Expo-Arte a Bari Mostra di quattro pittori, Brusamolino, Cusumano, Nangeroni, Schiavocampo, intitolata "Viaggio in Sicilia", alla Galleria Le Colonne, a Palermo.

Alla Rotonda della Besana è presente con la cartella d’arte "La giornata Provvisoria" del 1964, alla rassegna "Giorgio Upiglio e la stampa d’arte".

 

1984 Personale alla Sede centrale della Banca Popolare di Milano.

E'invitato a tenere una rassegna esauriente di sue opere sul tema "I Prodigi dell'Avitauro", al Palazzo dei Diamanti di Ferrara.

Personale alla Galleria La Chiocciola di Padova. Personale alla Galleria San Michele, di Brescia.

Invitato alla Biennale del "Dolore Innocente" a Palazzo Reale, a Milano.

 

1983 Con tre grandi opere è invitato dal Museo Michetti a Francavilla a mare (Pescara), per la mostra nazionale "Dialettica dell’immagine", a cura di Roberto Sanesi. Personale alla Galleria Vinciana di Milano.

Mostra antologica alla Galleria Nuova Ergus, di Treviglio (Bergamo).

 

1982 Personale alla sede di Roma della Banca Popolare sul tema "Materia Picturae".

Invitato all’Expo Arte di Bari. Personale alla Galleria Borgogna di Milano, sul tema "L’Avitauro", con testo di Roberto Sanesi.

Invitato alla mostra nazionale "La cooperazione e la società in crisi" sponsorizzata dalla Coop: Associazione Nazionale consumatori di Roma.

 

1981 Mostra di gruppo "Il libro figurato d’autore" alla Rotonda della Besana, a Milano.

 

1980 Personale alla Galleria Le Pleiadi, di Monza sul tema "Primavera 1980".

 

1979 Retrospettiva di opere degli anni cinquanta alla Galleria Schettini, di Milano.

 

1978 Personale allo Studio D’Ars, a Milano con opere a tema "tema strutturale".

È invitato alla mostra "Grafici italiani" a Lublijana.

Personale allo Studio D’Ars, Milano con opere sul tema "Papiers lettre".

 

1975 Personali sul tema "Per l’individuazione di uno spazio plastico" alla Galleria Vismara, di Milano.Alla Galleria Ferrari di Treviglio (Bergamo). Alla Galleria Studio Rotelli a Finalborgo (Savona).

È invitato alla Biennale del "Dolore innocente" a Palazzo Reale, Milano.

 

1974 È invitato con sei opere alla Biennale di Mentone.

 

1973 Personale alla Galleria La Triade, di Torino.

Personale alla Galleria La Meridiana di Verona. Personale alla Paviarte di Pavia.

È invitato alla Biennale del "Dolore Innocente" al Palazzo Reale, a Milano.

 

1972 Personale alla Galleria "Il Giorno" di Milano; il tema delle opere esposte è intitolato "Fagocìnesi".

Personale alla Galleria "Il Salotto", sempre sul tema della "Fagocìnesi". Le opere sono presentate al 2°canale TV da Antonio Donat-Cattin.

 

1971 Cassano d’Adda, sua città natale gli organizza una vasta rassegna antologica.

 

 

1969 Espone alla Galérie de Bendor, a Bandol, l’opera dedicata alla città di Bordeaux, "La traite des noirs" di m.6x2, assieme ad una vasta opera di pittura di Salvador Dalì intitolata "La pèche au thon".

 

1964 Personale alla Galleria La Giara, di Torino.

Personale alla Galleria L’Elefante, di Mestre.

È invitato al "Premio Biella per l’incisione", a Biella.

Con Giorgio Upiglio, editore-stampatore, elabora una Cartella d’arte con titolo "La giornata provvisoria" con la prefazione di Garibaldo Marussi. L’opera contiene dieci acqueforti, due litografie a colori, e dieci poesie inedite di Curzia Ferrari. Il critico Franco Passoni e Salvatore Quasimodo la presentano al pubblico milanese. Salvatore Quasimodo la commenta alla radio e alla televisione. "Le immagini entrano" è il titolo a chiusura del tema del "fiume".

 

1963 Personale alla Galleria l’Angolo, di Monza.

Personale alla Galleria Arte-centro, di Milano.

Personale alla Galleria Montenapoleone, Milano.

 

1962 È invitato alle seguenti collettive: Biennale di S. Marino, Biennale di Amiens (Francia), al "Premio Ezi" a Palermo, al "Premio Cesare da Sesto" dove vince un premio acquisto.

E' presente anche in altre qualificate collettive di pittura e disegno a Milano, Torino, Nizza, Marsiglia, Mentone, Verona, Colonia, Bologna, Lugano, Bruxelles.

 

1961

Personale alla Galleria il Punto, di Palermo.

 

1959 Personale alla Galérie 93, di Parigi dove rimane e lavora per tutto l’anno. Qui entra in contatto con Severini e Manessier.

 

1958 In questo stesso anno, oltre alla personale alla Galèrie Puget di Marsiglia, ha una personale al Centre Ricard di Sainte Marthe a Marsiglia.

Una sua opera dedicata alla Camargue viene inserita nel Musée Taurin di Nimes.

 

1956 Soggiorna e lavora in Camargue e a Marsiglia dove espone alla Galèrie Puget. Mentre è in Francia la Galleria Rotta di Genova gli organizza una personale, nel 1957.

 

1955 Personale alla Galleria Rotta di Genova.

Seconda personale alla Galleria Schettini di Milano con pitture sul tema "La città".

 

1954 Prima mostra personale alla Galleria Schettini, di Milano.